Economia

Il Pnrr del cambiamento sostenibile: agire ora per l’Italia di domani

12/10/2021

Durante la Pre-COP26 il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili (MIMS) lancia la pagina «PNRR News», per informare i cittadini sull’avanzamento degli investimenti e delle riforme per città e mobilità più resilienti, sostenibili e inclusive. Il MIMS dispone di 61,3 miliardi di euro di risorse dal PNRR per gli investimenti, di cui il 56% per il Sud e il 75,7% per il contrasto al cambiamento climatico, oggetto della pre-COP26. Dal 30 settembre al 3 ottobre Milano ospita la pre-COP26, l’ultimo grande incontro internazionale dei Ministri dell’energia e ambiente prima della COP26, la conferenza sui cambiamenti climatici delle Nazioni Unite che si terrà a Glasgow (Regno Unito) nel mese di novembre. La pre-COP26 è un momento cruciale per definire i temi negoziali che saranno affrontati a Glasgow e quest’anno si è distinta per il forte ingaggio dei giovani: oltre 400 volontari e attivisti, tra i 15 e i 29 anni, hanno partecipato in questi giorni all’iniziativa “Youth4Climate: Driving Ambition”, per discutere le principali urgenze e priorità dell’azione per il clima. Gli occhi del mondo sono puntati su Milano non solo per la grande rilevanza dell’evento, che si tiene in coincidenza con la presidenza italiana del G20, ma anche per il contesto in cui essa avviene: la comunità internazionale è chiamata ad agire in tempi rapidi per garantire la transizione energetica e ambientale e scongiurare il collasso climatico. Il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili (MIMS) è un attore chiave per il cambiamento. Le politiche e gli investimenti dei singoli paesi avranno un ruolo determinante per affrontare la transizione energetica e ambientale e per costruire comunità e città più resilienti, più sostenibili e più inclusive per tutti. Il MIMS avrà un ruolo di primaria importanza nel perseguire quest’ultimo obiettivo, già enfatizzato dalla scelta di cambiare il nome stesso del Ministero: l’attenzione è sulla Sostenibilità, intesa non solo nella sua connotazione ambientale, ma anche economica, sociale e istituzionale, in linea con gli obiettivi dell’Agenda 2030. Il più grande strumento di cambiamento è rappresentato dalle riforme e dagli investimenti contenuti nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). Entro metà ottobre, il MIMS allocherà 56,7 miliardi di euro per creare città più sostenibili, resilienti e inclusive che mettano al centro la qualità di vita delle persone e delle aziende, a partire dai servizi di mobilità. Alcuni esempi di intervento riguardano lo shift modale con la cura del ferro, che permetterà un risparmio stimato di 2,3 milioni di tonnellate annue di emissioni CO2, nonché gli investimenti da oltre 1,2 miliardi di euro per le infrastrutture idriche. Vi si aggiungono anche interventi per l’elettrificazione delle banchine portuali e per la sostenibilità dei porti, e il rafforzamento dell’industria dei trasporti green, le relative filiere e la smart mobility. Per riuscire a cambiare l’Italia è necessario coinvolgere i cittadini, non solo nei processi decisionali e negli interventi, ma anche garantendo loro un rapido e semplice accesso a tutte le informazioni disponibili. Per questo motivo, il MIMS lancia la pagina «PNRR News», un portale dedicato, sul sito del Ministero, in cui si potranno trovare le ultime notizie che riguardano l’applicazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza in termini di Infrastrutture e Mobilità Sostenibili.