Trasporti e logistica

Ita, sindaco Fiumicino: offensive e vergognose le parole di Altavilla

17/1/2022

“Le parole espresse dal presidente di Ita Altavilla in Commissione Trasporti sugli ex lavoratori Alitalia sono inaccettabili e vergognose. Forse a lui non interessa il destino di migliaia di uomini e di donne che hanno perso il proprio lavoro, ma a noi sì. A noi, che vediamo ogni giorno le difficoltà e la disperazione che affrontano queste famiglie, a noi che siamo sempre stati al loro fianco nella battaglia per i diritti e per il lavoro. E continueremo a esserlo, nelle prossime inevitabili manifestazioni che ci saranno, anche a seguito delle parole offensive espresse da Altavilla”. Lo ha affermato il sindaco di Fiumicino Esterino Montino. “La posizione del presidente di Ita continua a essere, come abbiamo più volte affermato, sconcertante e incompatibile con l’epoca che tutti noi stiamo vivendo. Ma d’altronde che a lui non interessasse il destino di uomini e donne che per anni sono stati a servizio di Alitalia già ce lo aveva dimostrato, disconoscendo, al momento delle assunzioni Ita, il contratto nazionale di lavoro a favore di accordi interpersonali, del taglio fino al 40% delle retribuzioni, delle chiamate ad personam, senza un minimo di interlocuzione. Faccio appello all’attuale Governo perché prenda provvedimenti in materia, una volta per tutte, e affinché non permetta tali pubbliche offese rivolte a migliaia di lavoratrici e lavoratori che involontariamente sono piombati in un destino incerto e assai difficoltoso per loro e per le proprie famiglie. Questo a maggior ragione trattandosi di un’azienda del Ministero dell’Economia. Attenzione, perché così ci si apre a conflitti epocali superati da tanti anni in Italia e in Europa con tutti coloro che sono titolari di aziende pubbliche e private, che pensano di poter tornare ai periodi precontrattuali, precedenti agli accordi sindacali. È un viatico che rischia di sprofondare nel baratro l’intero mondo del lavoro” ha aggiunto il sindaco.
Allegato