Innovazione

L'Internet of Things rivoluzionerà il mondo dell'industria

4/1/2022

Un'analisi di Reply rivela che gli investimenti in impianti smart saliranno del 205% nel giro di un quinquennio, la logistica intelligente poco meno. Fra le tendenze più spiccate ci sono l’edge/cloud e le reti 5G, i cosiddetti gemelli digitali, l’aumento di robot mobili anche in azienda, dotati di gambe o ruote, e l’attenzione per la cybersicurezza Come sono messe le fabbriche in termini di Internet of Things, cioè di robotizzazione e automazione (ma non solo)? È questo il tema di un recente rapporto di Reply. Il gruppo di consulenza, system integration, applicazioni di digital services fondato da Mario Rizzante ha indagato due aree chiave che stanno spingendo la crescita dell’IoT in ambito industriale: fabbriche smart e logistica e trasporti smart. In questo senso, la pandemia ha fornito una formidabile accelerazione a certe tendenze tuttavia già sbocciate in precedenza: molti settori hanno scoperto quanto l’IoT potesse essere utile nell’affrontare le nuove sfide e hanno aumentato gli investimenti in un gran numero di soluzioni tecnologiche. Durante i picchi della pandemia raggiunti nel 2020, gli investimenti in tecnologie IoT hanno non a caso sofferto meno rispetto ad altri: “In questa fase di ripresa, la IoT, che aiuta sia le imprese sia i governi a raggiungere gli obiettivi, svolge un ruolo fondamentale ed entro il 2025 gli investimenti in questa tecnologia sono destinati ad aumentare”, si legge nel rapporto di Reply. Gli investimenti in impianti smart saliranno del 205% nel giro di un quinquennio, la logistica intelligente poco meno. Tra il cluster dei Big 5 in questo ambito, la Cina e gli Stati Uniti saranno senza troppe sorprese i due leader nel settore delle fabbriche smart, con la più rapida crescita di piattaforme e investimenti massicci in soluzioni predittive e di monitoraggio da remoto. Per quanto riguarda logistica e trasporti smart, il Brasile è stato il più colpito durante la pandemia, ma è ora in via di recupero, mentre la crescita maggiore è attesa in India. E l’Europa? Considerando solo i 5 Paesi più sviluppati in questo ambito (Germania, Francia, Italia, Paesi Bassi e Belgio), il mercato delle fabbriche smart crescerà quasi il triplo, nonostante una carenza nelle competenze necessarie. Su logistica e trasporti smart nel cluster Europe 5, la Germania rimarrà in posizione di testa, tuttavia anche altri cresceranno in modo significativo. (Fonte: https://www.repubblica.it/)
Allegato