Trasporti e logistica

Patente di guida per i cittadini iscritti all’AIRE: rinnovo e duplicato

10/7/2024

Patente di guida per i cittadini iscritti all’AIRE, l’oggetto in questione è stato al centro dell’attenzione della Motorizzazione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT). Attraverso una circolare di recente diramazione (1° luglio, prot. 18710), il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha fornito chiarimenti in merito al rinnovo o duplicato di una patente di guida di un cittadino italiano residente all’estero (AIRE). Nella circolare 18710, si legge chiaramente che per il conseguimento o duplicato di una patente di guida di un cittadino italiano iscritto all’AIRE, occorrono una serie di presupposti che consentono un’esatta identificazione della persona. Patente di guida per i cittadini iscritti all’AIRE: il MIT precisa Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti precisa, prima di tutto, che per residenza normale è da intendersi il luogo dove abitualmente la persona dimora per almeno 185 giorni l’anno, sia a scopo professionale che personale. Il MIT precisa anche, che in assenza di interessi professionali, devono esserci i presupposti di uno stretto legame tra la persona e il luogo di abitazione. Questo è stabilito dalla Direttiva 2006/126/CE all’art.7 in merito al rilascio e rinnovo delle patenti di guida. Leggi anche – CQC Extra-UE e patente, validità in Italia: chiarimenti del ministero A tal proposito, interviene anche il Codice della Strada che al comma 1 dell’articolo 118-bis precisa che, in caso di rinnovo di una patente di guida o del primo rilascio, per residenza è da intendersi il luogo dove risiedono i cittadini di uno Stato membro della UE. Dunque, secondo la Circolare del 3 aprile 2024 (protocollo n. 7791/08.03), non è possibile chiedere il rinnovo della patente in Italia, o conseguirla, se non si ha residenza italiana. La normativa è chiara, non c’è possibilità di “evaderla” senza un’esatta corrispondenza tra il luogo in cui si richiede il rinnovo o il rilascio della patente di guida e quello di residenza. Il richiedente potrà dimostrare che per scopi lavorativi o per interessi personali, ha scelto di risiedere fuori Italia e di ottenere, in qualità di appartenente all’AIRE, il rinnovo o rilascio del documento di guida. Una volta effettuati gli accertamenti da parte degli organi preposti, l’iter è sostanzialmente simile in tutta Europa. Fonte:(https://www.trasporti-italia.com)
Allegato